Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Senza titolo 199

30 dicembre 2005



MA QUANTE STORIE! (di Natale)



MARCO E ARIANNA


Mancavano due settimane a Natale .



In un paese lontano vivevano due bambini, Marco e Arianna, che scrissero una lettera a Babbo Natale. Arianna scrisse che voleva un gioco in più di Marco e così si misero a litigare. La mamma, al rientro dal lavoro, vide la lettera sul tavolo, la prese ed andò ad imbucarla, non sapendo di quello che era successo. Il folletto di Babbo Natale, consegnandogli la lettera, gli riferì che i due bambini avevano litigato e lui si rattristò molto perché vorrebbe che tutti siano felici ed uniti. Era molto triste e si ammalò; i suoi folletti erano preoccupati perché non avrebbe potuto portare i regali. Babbo Natale decise di avvertire i bambini scrivendo loro una lettera.

"Cari bambini, quest’anno mi sono ammalato, ma se voi troverete le erbe gialle della pace mi aiuterete a guarire. Dovrete andare nella foresta incantata, trovare le erbe e consegnarle ai folletti del bosco che me le porteranno. ATTENZIONE!!! All’entrata della foresta troverete una mappa che vi indicherà la strada per raggiungere le erbe. Un bacio da Babbo Natale".

Alla mattina il postino consegnò la lettera ai bambini che subito partirono alla ricerca della foresta incantata. Strada facendo incontrarono tanti altri ragazzi e diventarono subito tutti amici. Finalmente, dopo tanta strada, la trovarono . Trovarono le erbe e le diedero ai folletti del bosco, che le portarono a Babbo Natale, il quale capì di essere molto importante e molto amato dai bambini e guarì. Alla vigilia di Natale tutti i bambini speravano che non fosse più ammalato e aspettavano con ansia il suo arrivo. La mattina seguente trovarono i doni sotto l’albero con un biglietto di ringraziamento:
"Il vostro amore mi ha guarito!".
Fu un Natale felice e spensierato e i bambini capirono che l’amore e l’amicizia sono i doni più importanti.



(Sara – Camilla D. – Alice – Irene )



Altre vostre storie prossimamente qui!

Il maestro Renato

0 commenti: