Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Senza titolo 252

11 giugno 2006


"Caro maestro..." (1)




Ho appena finito di leggere i vostri pensieri di saluto raccolti nel bel fascicolo "Caro maestro..." che mi avete donato venerdì alla festa. Sono tutti molto significativi e...commoventi!...Certo, voi ed io sappiamo bene come in queste occasioni sia facile esagerare e sottolineare solo gli aspetti positivi della persona che si saluta, ma vi assicuro che se solo il 25 % (a proposito: non dimenticate le percentuali!...) di quanto ciascuno di voi ha espresso nei miei confronti fosse veramente sentito e sincero,  beh, io ne sarei felicissimo!!! Mi piacerebbe pubblicare sul "Quadernone" tutti i vostri interventi, ma sono 55 e il tempo stringe: a giorni, il nostro blog diventerà qualcosa di diverso e...Ma di questo vi parlerò un'altra volta. Provo a riportarne qualcuno, magari a stralci, in questo e poi nei prossimi post, ma ripeto: tutti i vostri pensieri di commiato sono stati da me apprezzati e conserverò per sempre il libretto che li contiene, come una cosa preziosa e cara!...


Ma ecco, ad esempio, cosa ha scritto Laura [tra parentesi quadre i miei commenti]:

"Caro maestro, sei come un uccello che aprendo le ali lasci cadere dei pezzi di sapienza su tutti noi [Che bella immagine, Laura!...Temo però che alcuni "pezzi" siano stati un po' pesanti, specie in matematica...]...Con la matematica ci hai fatto provare l'emozione di come si possono usare i numeri ed infine con la musica ci hai convinto ad andare avanti e provare da soli [e infatti tu sei diventata un'abile pianista, altro che il sottoscritto...]. Sei il mio idolo. Un grazie dolcissimo by Laura"



[Grazie, dolcissima Laura: e nel disegno sei riuscita a sintetizzare molto bene le mie materie: brava!]


Ed ecco un testo che mi mette in allarme:

"LA SOTTOSCRITTA T. SABRINA COMUNICA AL SIGNOR MURELLI RENATO CHE LA SUA RICHIESTA DI PENSIONAMENTO E' STATA RESPINTA E, PERTANTO, DOVRA' ESERCITARE IL SUO LAVORO DI MAESTRO PER UN NUMERO INDEFINITO DI ANNI. PER DARLE UN'IDEA FIN QUANDO DOVRA' CAMMINARE CON IL BASTONE!..." [Acc...Sabrina, non facciamo scherzi, veh! Grazie, comunque. E W le verifiche di matematica, che ormai non ti facevano più "sbiancare", vero?].

E' la volta di Susanna:

"Noi siamo i più fortunati, per ultimi siamo stati in Via Marconi e per ultimi abbiamo avuto il maestro più bravo e che ci vuole tanto bene, se no perchè fare un blog tutto per noi?!? Tu sei un maestro super che fingeva di sbattere contro i muri per darci i quaderni, che si scervella per farci allenare al computer, che spreca la voce ad insegnarci per ricevere lavori che poi valgono un misero BUONO! Noi l'anno prossimo saremo vicini a casa tua, Via Pascoli...Potresti venire a trovarci magari con Matilde!" [Grazie, Susanna: ci vedremo certamente e vi sentirò, da casa mia, quando suonerete il flauto dolce nelle ore di musica...]



(to be continued)




Il maestro Renato.

2 commenti:

lesinkasanka ha detto...

Accipicchia, com'è commovente questa ultima parte del Quadernone Blu e che frasi stupende le hanno detto i bambini nei suoi confronti!!!

Davvero tutto molto emozionante!

Lei dovrebbe essere il prototipo del bravo insegnante, vale a dire colui che non spiega solo la propria materia, ma tante cose che arricchiscono il cuore e la mente dei propri alunni!!!

In bocca al lupo, intanto aspettiamo gli altri commenti ;)

Buona Serata

dalle Sanka! ***

burgundo ha detto...

Grazie, Sankarline, ma... si sa, in queste occasioni scatta un po' di esagerazione buonistica: si mettono in luce gli aspetti posiivi e si sorvola sui (tanti) limiti del festeggiato...E' naturale che sia così, però il tutto mi ha fatto piacere, ovviamente!

Una bella estate ricca di avventure e di riposo, prima del fatidico anno della maturità, Sanka!


Renato.