Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Le misure di peso? Vanno trasformate!

27 giugno 2006


Schermata iniziale del programma.



Sempre in tema di ripassi estivi, ecco un programma dedicato alle misure di peso-massa e alle cosiddette  "equivalenze", liberamente scaricabile dal sito "Il software di Cesare".


Una schermata del programma.


"Trasformazioni con le misure di massa" è solo uno dei tantissimi software  ideati e realizzati da Cesare Agazzi, docente in pensione ed esperto programmatore di software didattico. I suoi programmi si caratterizzano per la chiarezza degli obiettivi da perseguire, le volute semplicità, eleganza e leggerezza  della realizzazione grafica, l'efficacia didattica.  Nel suo sito, l'autore pubblica anche una interessante sezione tutta dedicata alle problematiche inerenti la scelta e l'utilizzo di software didattico con i bambini.  Mi piace qui riportarne la parte iniziale, ma  ne consiglio la completa lettura:




"CONOSCERE
IL SOFTWARE


Una massima da ricordare e soprattutto da utilizzare
;Non far sperimentare agli alunni ciò che prima non hai sperimetato tu stesso."
Faccio due esempi sufficienti per richiamare alla memoria esperienze non proprio ideali di vita scolastica.

Spesso insegnanti nel bel mezzo di una lezione si sono trovati disorientati nella ricerca di una motivazione sulla mancata riuscita di un esperimento.
- Lo hai eseguito prima questo esperimento ?
- No, ma il libro dice che si fa in questo modo.
- ! ?

Quanti viaggi di sitruzioni organizzati con gli imprevisti!
- Il museo era chiuso, apriva solo il pomeriggio.
- Avevi telefonato per conoscere i giorni e gli orari di apertura ?
- No, ma il depliant parlava di interessanti laboratori didattici rivolti agl alunni.
- ! ?

Il software didattico specifico o generico, proprietario o libero sta ampliando la propria disponibilità. E’ quindi necessario conoscerlo prima di sceglierlo e di utilizzarlo per evitare problemi del tipo
-Ho utilizzato questo software in laboratorio con gli alunni, ma non era quanto mi aspettavo.
-Lo hai utilizzato prima ?
-No, ma il titolo era…. io pensavo che…
-!?

CONOSCERE SERVE AD EVITARE
E’ necessario porsi al riparo da imprevisti dovuti


  1. al malfunzionamento del software sui nostri computer

  2. alla nostra momentanea difficoltà a farlo correttamente funzionare

  3. ad errate aspettative sugli obiettivi affrontati dal software


  4. Ogni imprevisto è un grave intralcio all’attività scolastica
  5. sia nei confronti degli alunni che vedrebbero la scuola in difficoltà nel realizzare ciò che propone

  6. sia nei confronti dell’insegnante la cui competenza e stima verrebbero messe in discussione dagli alunni.



Un possibile procedimento metodologico per una corretta scelta del software potrebbe essere il seguente:

    Avere una conoscenza remota
  1. lanciare il software sui nostri computer

  2. visionare il software

  3. valutare quali sono gli obiettivi affrontati e le modalità utilizzate


  4. Avere una conoscenza prossima
  5. valutare le proprie esigenze

  6. scegliere il software rispondente ai nostri bisogni

  7. controllare che il software sia realmente rispondente alla nostra richiesta".


[Continua]

R. M.

0 commenti: