Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Senza titolo 275

10 luglio 2006


Logo del programma.





JClic è un programma per creare delle attività educative multimediali. Si tratta di un software libero multipiattaforma, funziona infatti su Windows, Linux, Mac e Solaris, è basato sulla tecnologia Java, per utilizzarlo occorre installare la runtime Java. Può creare numerose tipologie di esercizi: puzzle, associazioni, cruciverba, esercizi di testo, cruci puzzle, ecc. e supporta diversi formati multimediali ( tra gli altri AVI, MPEG, QuickTime, Flash, GIF animate, WAV, MP3, JPG, PNG). In questi anni è stato utilizzato da numerosi insegnanti (soprattutto di lingua spagnola e delle altre lingue parlate in Spagna: catalano, basco, gallego) che ne hanno permesso lo sviluppo collaborativo.
Una volta scaricato il programma (
http://clic.xtec.net/en/jclic/index.htm), con l'annesso player è possibile visionare sul proprio pc esercizi e giochi creati con JCLIC, come ad esempio "Gettoni nascosti", un gioco di logica scaricabile da questa pagina (ma volendo, si può anche giocarvi on line). Si tratta di scoprire dove si trovano nascosti alcuni gettoni all'interno di un quadrato , in base alle indicazioni date.



Una schermata del gioco "GETTONI".




Una schermata del gioco "GETTONI".




Una schermata del gioco "GETTONI".




R. M.













2 commenti:

leucotea ha detto...

Troppo interessanti le tue segnalazioni, maestro. Grazie.

Vado a scaricarlo :)

Ciao

Renata

burgundo ha detto...

Grazie, Renata. Spero siano di aiuto a colleghi, genitori e...perchè no, anche agli alunni. Jclic mi sembra interessante, ci metterò le mani senz'altro, anche se per i miei programmini resto legato a Neobook. Interressanti e molto anche i tuoi post e le vostre attività, che vedo spesso (anche se, per la fretta, non lascio commenti...).

Ciao!


Renato.