Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

La Moltiplicazione Vedica.

8 dicembre 2008






Il mio nuovo programma "MOLTIPLICAZIONE VEDICA", nato su input di un post del blog Matem@ticamente di recente qui segnalato, intende introdurre gli alunni alla curiosa procedura di calcolo della cosiddetta "moltiplicazione vedica", attribuita a Jagadguru Shankaracharya Shri Bharati Krishna Tirthaji Maharaja (1884 – 1960), padre riconosciuto della matematica risalente ai Veda, l'antichissima raccolta di testi sacri della religione induista.



Schermata menu del programma.


La disarmante semplicità della procedura può tornare utile a tutti, in modo particolare a quegli alunni che incontrano difficoltà nel calcolo scritto, magari perchè non hanno ancora ben interiorizzato i prodotti della tavola pitagorica. La procedura infatti prescinde completamente dalla conoscenza delle tabelline: si tratta sostanzialmente di "contare" dei punti di incrocio all'interno di un reticolo in cui delle linee orizzontali, corrispondenti alle cifre del moltiplicando, si intersecano con linee verticali, corrispondenti alle cifre del moltiplicatore. Accanto ad una sezione in cui si forniscono sinteticamente informazioni sull'argomento, con alcuni links che permettono ulteriori approfondimenti on line, il programma presenta una sezione in cui l'alunno ha la possibilità di esercitarsi in modo virtuale con la procedura vedica, eseguendo alcune moltiplicazioni di complessità graduata: grazie ad un percorso guidato, potrà arrivare ai prodotti finali con pochi colpi di click.



La procedura in azione.




Infine, un video appositamente realizzato visualizza concretamente la procedura in azione "sulla carta".



La pagina del video.



Il  programma "MOLTIPLICAZIONE VEDICA" è disponibile sul cd "Il mio software".


R. M.

10 commenti:

nereide1 ha detto...

Straordinario, Renato! Sei stato di una velocità incredibile nella realizzazione. Potresti inviarmelo via email?


Segnalerò il software su Matem@ticaMente!


A presto e baciotti!

annarita


burgundo ha detto...

Fatto, Annarì. Grazie!


R. M.

icfarrari ha detto...

Ciao, Renato,

ti scrivo dall'aula computer durante un corso di aggiornamento nel quale ti abbiamo visitato.

MLuisa.

burgundo ha detto...

Ciao, Maria Luisa! Grazie della visita! Sempre in trincea, eh?

A presto!


R. M.

nereide1 ha detto...

Grazie a te, Renà. A presto la segnalazione su Matem@ticaMente!

nereide1 ha detto...

Moltiplicazione Vedica: Software Di Maestro Renato

[..] Cari ragazzi e cari lettori, ricorderete il post di qualche tempo fa sulla moltiplicazione vedica, vero? Ebbene il caro amico Maestro Renato, ottimo programmatore, prendendo spunto da esso ha realizzato in tempo di record un software "MOLTIPLICAZI [..]

burgundo ha detto...

Grazie, Annarì! Ora mi sto cimentando con la moltiplicazione araba (che proponevo anch'io ai miei alunni; la vedica no, non la conoscevo...). Può essere utile far toccar con mano ai ragazzi le strategie di calcolo di altri popoli, per varie ragioni: si possono dare nuove possibilità di scelta agli alunni sulle procedure di calcolo da utilizzare, al di là del solito algoritmo standardizzato; può essere un modo per ingenerare curiosità e rispetto nei confronti di altre culture (mi sembra ce ne sia bisogno!!!)...Che ne dici?


Ciao!


R. M.

nereide1 ha detto...

Sono perfettamente d'accordo, Renato. Sono proprio i motivi per cui le propongo ai ragazzi!


Accrescere la motivazione, favorire la capacita di scelta consapevole e favorire l'integrazione: sono belle sfide!;) Ma a noi piacciono le sfide, vero?


Aspetto la moltiplicazione araba!


Un abbraccio, Renato:)

gio000 ha detto...

Renato,

Sereno Natale e Buone Feste.

un saluto caro,

giovanna

burgundo ha detto...

Dopo l'ennesimo "fuori servizio" dei miei pc (!), vedo il tuo messaggio di auguri, che contraccambio di cuore!

A presto, Giò!


R. M.