Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Al voto per "Doodle 4 Google"!

1 luglio 2011



 



A suo tempo, avevo qui segnalato la bella iniziativa di Google denominata "Doodle per Google: L’Italia tra 150 anni”. Si trattava di una competizione artistica rivolta alle scuole italiane per far riflettere gli studenti sul significato dell’Unità d’Italia e sul suo futuro. Migliaia di studenti italiani hanno fatto lavorare la loro immaginazione creativa sul tema del futuro dell’Italia, creando magnifici “doodle”, cioè loghi personalizzati di Google. Ne sono stati selezionati 30 (10 per ogni categoria di scuola: elementari, medie e superiori) che ora tutti possiamo votare, in questo modo: (purtroppo, contrariamente al solito, l'immagine sopra non è attiva...)




  1. Vai alla pagina Vota.


  2. Guarda i 10 doodle finalisti per ogni categoria di scuole.


  3. Vota il tuo doodle preferito per ciascuna delle categorie: scuole elementari, medie inferiori e medie superiori.



La scuola vincitrice otterrà un buono per dotazioni tecnologiche mentre gli studenti che hanno lavorato ai doodle vincitori riceveranno fantastici premi!
Il doodle che riceverà in assoluto più voti verrà esposto a livello nazionale sulla home page di Google per 24 ore il giorno 30 settembre 2011.

Nell'immagine sopra, in evidenza il doodle da me votato per la Scuola Elementare, proposto dagli alunni della collega Laura Properzi con queste parole:



"Avanti con energia!



Un'Italia all'insegna della ecosostenibilità, capace di valorizzare e di fare tesoro delle fonti di energia pulite e rinnovabili; che mette al bando sprechi e forme di inquinamento, per riconquistare quanto di più bello caratterizza il proprio paesaggio"



Tuttingamba
Scuola Primaria Borgo Rosselli, Porto San Giorgio.

R. M.

0 commenti: