Un blog dal passato

Nato nel 2003 come uno dei primi blog didattici per alunni di Scuola Primaria (se non il primo...), diventa nel 2006 un blog di segnalazioni di risorse online e di software didattici free per docenti e alunni delle Scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado.

Scorciatoie tecnologiche? No, docenti migliori!

3 gennaio 2014


Su La letteratura e noi, un intervento di Kentaro Toyama che farà discutere.
"Non esistono scorciatoie tecnologiche per l’istruzione di buon livello. Per le scuole elementari che presentano livelli bassi o hanno risorse limitate, gli sforzi per migliorare l’istruzione dovrebbero focalizzarsi quasi esclusivamente su insegnanti migliori e gestioni economiche più efficaci. L’informatica, se proprio deve essere usata, dovrebbe essere limitata a casi specifici o a scuole ben fornite di fondi, le cui basi siano ben solide...".
"Per sostenere queste affermazioni mi avvarrò di quattro diverse evidenze .
1. La storia delle tecnologie elettroniche a scuola è piena di fallimenti.
2. I computer non fanno eccezione e studi rigorosi mostrano che è incredibilmente difficile avere un impatto educativo positivo tramite computer. La tecnologia, al suo meglio, riesce solo ad amplificare la capacità pedagogica dei sistemi educativi. Rende migliori le scuole di qualità, ma peggiora quelle di bassa qualità.
3. La tecnologia ha un costo enorme se paragonato alla maggiore efficacia degli interventi non tecnologici.
4. Molti validi sistemi scolastici eccellono senza bisogno di ricorrere ad un grande uso della tecnologia.
La conclusione inevitabile è che investimenti significativi in computer, telefonini ed altre apparecchiature elettroniche nel campo dell’educazione non sono necessari né giustificati per la maggior parte dei sistemi scolastici...".

0 commenti: